domenica 3 luglio 2016

SCRIVERE E' MAGIA

HURRICANE  Il grido dell'innocenza è un film suggestivo  con una eccellente  performance di Denzel Washington nella parte del protagonista
Rubin Hurricane Carter.
Rubin Carter, noto anche con il soprannome Hurricane (1937-2014), è stato un pugile statunitense naturalizzato canadese,
La sua carriera di pugile si è svolta tra il 1961 e il 1966, ma Carter deve parte della sua notorietà all'essere stato accusato di un triplice omicidio, avvenuto il 17 giugno 1966 a Paterson, nel New Jersey: sottoposto a processo, fu condannato a due ergastoli ma fu scarcerato nel 1985, quando l'accusa rinunciò a muovere in giudizio una terza volta contro l'illegittimità processuale sollevata dalla Corte Federale sulla base di un possibile
pregiudizio razziale subito da Rubin durante l'incriminazione.
La sua storia ha ispirato un film, Hurricane - Il grido dell'innocenza, della cui colonna sonora fa parte una celebre canzone di Bob Dylan
Durante la sua detenzione, Carter scrisse dell'irregolare vicenda giudiziaria subita in un libro che fece parlare e cantare personaggi di spicco come Cassius Clay e il già citato Bob Dylan. 
Dopo 22 anni di reclusione il suo caso fu riesaminato senza pregiudizi razziali e venne decretata la sua piena innocenza.
Al di là della ricostruzione romanzata della storia, però fondata sulla vita di Carter, Denzel ci fa immedesimare nel personaggio tanto da farci provare il passaggio da un'emozione all'altra, fino a tirare un sospiro di sollievo alla lettura dell'ordinanza di scarcerazione.
Una piccola perla, a mio avviso,  un capolavoro della sceneggiatura, è il discorso di Rubin sulla scrittura.
Queste parole emergono dal dialogo in carcere tra Rubin e Lesra, suo giovane amico e ammiratore.
"Scrivere è... è magia. Ti è capitato di pensarlo?"
"Si, a volte si."
"Quando ho cominciato a scrivere, ho scoperto che non stavo raccontando solo una storia. Scrivere è un'arma. Ed è un'arma più potente di qualsiasi pugno. Ogni volta che mi sono messo a scrivere, mi sono levato sopra le mura di questa prigione e il mio sguardo andava oltre, al di là dello stato del New Jersey. Ho potuto vedere Nelson Mandela nella sua cella, che scriveva il suo libro. Ho visto lui, ho visto Dostoevskij, ho visto Victor Hugo, Emile Zola. E loro mi dicevano: Ru', che fai lì dentro? E io: ehi, io vi conosco ragazzi! È magia, Les!"
Sono parole che sanno emozionare, che sanno cogliere il valore della scrittura che  ti può dare la vera libertà, ti può portare dove vuoi…

Con la scrittura puoi raggiungere migliaia di persone e donare a tutti i tuoi pensieri, le tue suggestioni comunicando chi sei veramente…


3 commenti:

  1. Minardi Giulio16 gennaio 2021 09:46

    La storia del film Hurricane assieme al brano di Bob Dylan ci insegna a non giudicare le persone dal loro passsato e a non avere pregiudizi. Il testo della canzone a sua volta di grande effetto rende bene l'idea dell'ingiustizia che è stata commessa. La storia di un uomo la cui vita è stata stravolta da 20 anni di carcere e la sua rinascita ci aiuta a capire quanto sia importante non mollare mai.

    RispondiElimina
  2. Marco Junio Sacchi17 gennaio 2021 00:15

    Scrivere è magia. Con la scrittura possiamo esprimere opinioni, comunicare con gli altri, raccontare una storia, smuovere le coscienze. E' quindi indiscutibile il valore della scrittura.
    Bisogna anche però avere degli scudi contro questa magia, ovvero lo spirito critico: non dobbiamo subire passivamente ogni cosa che leggiamo, ma dobbiamo rifletterci, pensarci su, cercare di distinguere le cose giuste da quelle sbagliate e le cose vere da quelle false.
    I testi scritti possono racchiudere la storia, la cultura, le emozioni vissuti da popoli lontani, popoli vicini e da tutti noi. La scrittura ormai è una parte della nostra società.

    RispondiElimina
  3. In questo dialogo si può percepire la gioia con il quale il pugile Hurricane parla a proposito della sua esperienza che gli ha permesso di comprendere l'importanza della scrittura. Essa infatti ci consente di esprimere i nostri pensieri e le nostre emozioni, e quindi di raccontare noi stessi, senza alcun filtro.
    La scrittura rappresenta anche il principale mezzo per esprimere la verità e la miglior arma contro l'ignoranza, e di conseguenza, permette di testimoniare le nostre esperienze e quindi di aiutare in qualche modo chi le legge a non fare gli stessi sbagli o imparare a rispettare ed a apprezzare ciò che ci circonda. Essa, inoltre, è il miglior modo di alimentare e dare forma ai sogni, anche per superare i periodi più difficili.

    RispondiElimina